YouDreamVillage - Mysterious, Fantasy...or Reality ? The Birth of Dream's Villages
SETTIMANA MOTORISTICA BRESCIANA
2-3-4 Settembre 2011
 
 
Con il patrocinio di:
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca
Regione Lombardia
Comune di Brescia
Provincia di Brescia
F.I.V.A.
Con la collaborazione di:
“E:Bernardi”- Veteran Car Verona
Benaco Auto Classiche Bardolino-Verona
 
 
Rievocazione di Eventi Storici Internazionali Auto e Moto ante 1918
1899 Circuito Stradale Automobilistico Brescia-Verona
1899 Circuito Stradale Motociclistico Brescia-Orzinuovi
1904 Settimana Automobilistica di Brescia
1909 Primo Volo Internazionale di Montichiari
1921 Gran Premio d’Italia
1930 Coppa dell’Oltranza
 
 
“Anche per il 2011 l’ASI, con la collaborazione del Musical Watch Veteran Car Club di Brescia, del Benaco Autoclassiche di Bardolino e del Veteran Car Club E.Bernardi di Verona, ripropone la “Settimana Motoristica Bresciana”, grande momento di cultura non solo locale, ma dal respiro Internazionale. Grazie a questo “Museo Itinerante” chiunque, appassionati e non, può capire il fascino della tecnica e del design dei veicoli del secolo scorso, a tutela di importanti testimonianze tecniche raggiunte con grandi sacrifici e sconosciute alla maggior parte delle persone”. Il Presidente ASI- Avv. Roberto Lo
 
Segreteria Organizzativa: Musical Watch Veteran Car Club
Viale della Rimembranza 3- 25135 Brescxia (Italia)
Tel. +39 030 3367781 fax +39 030 3367782 info@mwvcc.it-www.mwvcc.it
 
 
 IL PROGRAMMA DELLA SETTIMANA
 
Dal 27 agosto: Sfilata di macchine, motociclette e cimeli fino al 1918
                           presso Palazzo Loggia a Brescia.
Venerdi 2 Settembre:
Dalle ore 9.00 alle ore 13.00: Ritrovo degli equipaggi di macchine
                             e moto presso il Museo Mille Miglia, sede del Musical Watch Veteran Car Club. Punzonatura, assegnazione numeri, programma manifestazione e alberghi (parcheggio auto e deposito carrelli).
ore 14.30: Incolonnamento auto/moto in ordine progressivo con
                  equipaggi in abbigliamento d’ epoca; partenza per
                  l’ aeroporto militare di Ghedi con prove di abilità sulla pista
                   e coreografi a di velivoli vari.
ore 17.00: Ritorno a Brescia.
                   Sfilata nel centro storico cittadino e sosta con buffet
                   alla presenza di autorità civili e militari.
ore 20.30: Nuovo passaggio nel centro storico
                   e presentazione al pubblico dei mezzi ed equipaggi
                  in Corso Zanardelli in diretta televisiva.
                  Successivamente il Museo Viaggiante proseguirà
                 in direzione Rezzato Villa Fenaroli Palace Hotel
                  (parcheggio auto e moto con pernottamento).
 
Sabato 3 settembre:
ore 9.00: PERCORSO CIRCA 70 KM.
                Partenza da Villa Fenaroli Palace Hotel in direzione
                lago di Garda per un giro turistico-culturale.
                Arrivo a Bardolino con pranzo a buffet.
                Passerella con presentazione equipaggi sul
                lungolago al Porto.
ore 17.00: Nuova sfilata a Desenzano e Sirmione.
                  A seguire cena e sistemazione alberghiera.
 
Domenica 4 Settembre:
ore 10.00: Partenza dall’ Hotel
ore 11.00: Inaugurazione Monumento alla Fascia d'Oro
                   e poi  ritorno al Museo Mille Miglia.
ore 12.00: Pranzo
ore 14.00: Premiazioni e saluti
 
 
DUE CERIMONIE IMPORTANTI A MONTICHIARI
FASCIA D’ORO PALCOSCENICO
DELLA STORIA DEL VOLO E DEI MOTORI
 
Due cerimonie la mattina del 4 settembre. Alzabandiera e messa davanti al monumento dei “Pionieri del Volo del 1909” e inaugurazione Monumento al Gran Premio Auto-Aerei-Motociclo del 1921. Ricordando Maccarana e Beurthe.
 
Parabolica e tribune
 
 
Pionieri del Volo 1909
 
 
 
Qui sopra due foto jpg: “La famosa parabolica del 1921 alla Fascia d’Oro” e “Il monumento ai Pionieri del Volo 1909 alla Fascia d’Oro”
 
 
Si svolgeranno domenica mattina 4 settembre due importanti eventi a Montichiari che riguardano la storia del volo e dell’automobilismo bresciani, ma non solo.
I due eventi riguardano i Circuiti Internazionali che si svolsero alla Fascia d’Oro di Montichiari nel 1909, con il primo Circuito Aereo Internazionale, e nel 1921 con il Gran Premio d’Italia Internazionale per Automobili, Aeroplani e Motociclette.
Alle ore 8,50 nella piccola piazzetta della Fascia d’Oro,  davanti al monumento dedicato ai Pionieri del Volo del 1909 si svolgerà l’alza bandiera e la deposizione di una corona d’alloro, in ricordo di tutti i pionieri del volo, mentre alle 9  tutti sono invitati nella vicina chiesetta per partecipare alla Messa dedicata non solo ai pionieri del volo caduti ma anche a Marzio Maccarana e Marco Beurthe, due piloti dell’Aeroclub di Brescia.
 Il giovane Marzio, residente a Gussago, morì due anni fa, il 6 settembre 2009, cadendo con il suo aereo durante il Brixia Air Show, per ricordare il Centenario dal Circuito Aereo del 1909.
 Marco Beurthe di Leno precipitò tre anni fa, l’8 settembre 2008, con il suo Piper in una vallata sulle Piccole Dolomiti.
 Alla cerimonia, organizzata dall’associazione Ali per la Vita,  saranno presenti autorità civili, religiose e militari, nonché i rappresentanti delle Associazioni d’Arma.
 I partecipanti a questo primo evento si potranno poi spostare di poche decine di metri per partecipare al secondo evento motoristico della mattinata, cui è giunto anche l’invito di Elena Zanola, sindaco di Montichiari.
Alle 11, poco distante dal centro abitato della Fascia d’Oro, nei piazzali del Retail Park, prenderà vita l’inaugurazione del monumento dedicato “alle manifestazioni motoristiche del 1921 ma anche all’industria bresciana dei motori che seppe farsi onore da quella data in poi”, spiega Domenico Paterlini, presidente del Musical Watch Veteran Car Club, organizzatore dell’evento assieme all’Asi (Automobile Storica Italiana).
 
 L’opera in ferro e metallo, alta circa sei metri, è ben visibile dalla tangenziale che sfiora la Fascia d’Oro, e sorge all’interno di uno spazio verde di fronte all’OBI center.
 
E’ stata realizzata dall’artista Gineba (il bresciano Giampietro Abeni) e  sarà svelata alle 11 dalla bandiera tricolore italiana che al taglio del nastro si leverà in cielo mediante decine di palloncini.
 
 Contemporaneamente un dirigibile e alcuni biplani sorvoleranno la zona Fascia d’Oro  e lanceranno petali bianchi, rossi e verdi.
Terminata la cerimonia ci si trasferirà all’aeroporto civile di Montichiari per alcune prove rievocative del Gran Premio d’Italia.
 
 A seguire Buffet e premiazioni dedicate alla Settimana Motoristica Bresciana, già iniziata sabato scorso con l’esposizione di auto d’epoca in piazza della Loggia a Brescia.
 
CHE FINE HA FATTO LA FAMOSA PARABOLICA?
 
Guardate queste foto in sequenza:
 
 
 
 
 
E SE NON VI BASTA C'E' ANCHE QUESTO VIDEO SU YOUTUBE:
 
 
 
 
LA SETTIMANA MOTORISTICA BRESCIANA E' DEDICATA A:
 RIEVOCAZIONE DI EVENTI STORICI
INTERNAZIONALI  AUTO E MOTO ANTE 1918
1899 Circuito Stradale Automobilistico Brescia-Verona
1899 Circuito Stradale Motociclistico Brescia-Orzinuovi
1904 Settimana Automobilistica di Brescia
1911 100° Anniversario della Flottiglia aerei militari
1921 90° Gran Premio Automobilistico d’Italia
1930 81° Anniversario della Riunione Motonautica Internazionale del Garda
1936 75° Anniversario Diavoli Rossi
1966 45° Anniversario della nascita dell’ASI Inaugurazione del Monumento
 
 
SETTIMANA MOTORISTICA BRESCIANA 2011
  COPPE NEL SETTORE AUTOMOBILI
❙ COPPA DEL RE Concorso di eleganza vettura ed equipaggio più eleganti. L’equipaggio in abbigliamento d’epoca consono ed in sintonia al periodo della propria vettura per tutta la durata della manifestazione
❙ COPPA FLORIO (CHALLENGER) Alla vettura che avrà ottenuto il maggior punteggio nella sommatoria di tutte le prove speciali. Ad ogni Settimana Motoristica Bresciana al proprietario della vettura vincitrice verranno consegnate una pergamena ed una targa con attestazione della vittoria. La Vettura con il suo equipaggio diverranno proprietari definitivamente della Coppa Florio dopo aver vinto per almeno tre volte anche non consecutive. Si precisa che se la vettura non venisse iscritta alla Settimana Motoristica Bresciana per un anno le vittorie ed i punteggi precedentemente ottenuti verranno annullati
 COPPA D’ITALIA All’equipaggio che meglio rappresenterà l’abbigliamento dell’epoca durante le tre giornate in cui si svolgerà la manifestazione
❙ COPPA SALEMI Alla vettura meglio conservata ed efficiente
❙ COPPA ASI. Al club di appartenenza del proprietario della vettura vincitrice l’edizione della Coppa Florio nella Settimana Motoristica Bresciana
 
 
COPPE NEL SETTORE MOTOCICLETTE:
 COPPA CRITERIUM BRESCIA-ORZINUOVI 1899 Sarà consegnata alla moto e conducente più eleganti in abbigliamento d’epoca consono ed in sintonia al periodo per tutta la durata della manifestazione.
❙ COPPA DI BRESCIA 1904 (CHALLENGER) Andrà al motociclo, triciclo, quadriciclo che avrà ottenuto il maggior punteggio nella sommatoria di tutte le prove speciali. Ad ogni Settimana Motoristica Bresciana al proprietario del mezzo vincitore verranno consegnate una pergamena ed una targa con attestazione della vittoria. Il motociclo, triciclo, quadriciclo ed il conducente diverranno proprietari definitivamente della coppa Settimana Motoristica Bresciana dopo aver vinto per almeno tre volte anche non consecutive. Si precisa che se il mezzo non venisse iscritto alla Settimana Motoristica Bresciana per un anno le vittorie ed i punteggi precedentemen-te ottenuti verranno annullati.
 COPPA D’ITALIA Al conducente che meglio rappresenterà l’abbigliamento dell’epoca durante le tre giornate in cui si svolgerà la manifestazione.
❙ COPPA CARLO MASERATI Al motociclo, triciclo, quadriciclo meglio conservato ed efficiente
❙ COPPA ASI Al Club di appartenenza del proprietario del motociclo, triciclo, quadriciclo vincitore l’edizione della Coppa di Brescia 1904Coppe 1909
TROFEI
❙ Presidenza Consiglio dei Ministri Ministero Istruzione Università e Ricerca
❙ Trofeo Regione Lombardia
❙ Trofeo Provincia di Brescia
❙ Trofeo Comune di Brescia
❙ Trofeo Comune di Verona
❙ Trofeo Musical Watch Veteran Car Club
❙ Trofeo Enrico Bernardi
❙ Trofeo Benaco Autoclassiche BardolinoTIPOPENNATI
 
 
 LE NEWS DELLA SETTIMANA:
 
Si prevede la presenza di circa 180 automobili d’epoca nella “Settimana Motoristica Bresciana” del 2, 3 r 4 settembre. Molte di loro costruite prima del 1926, prima che nel mondo dell'automobilismo mondiale irrompesse la Mille Miglia.
 
 La settimana motoristica bresciana, rievocata per l'ottava volta dal Musical Watch Veteran Car Club guidato da Mimmo Paterlini, è entrata nel vivo con un'esposizione statica in piazza Loggia (iniziata venerdi 26) , poi con un percorso che nel primo week end di settembre toccherà gli angoli più belli del Lago di Garda.
 
 
 «Per noi è un grande orgoglio continuare con questa rievocazione - ha detto Paterlini durante la presentazione dell'evento al Museo Mille Miglia - : Brescia è stata la prima città, insieme a Livorno, Torino, Milano a mettere in calendario manifestazioni motoristiche. La settimana motoristica è stata per anni un grande evento, basti pensare che nel 1904, anno della prima edizione, aveva partecipato una Chizzolini del 1896 che dovrebbe essere al via anche in questa rievocazione. Per nostra fortuna alcune di quelle vetture sono ancora a Brescia: dovremo fare un applauso a chi le guiderà perchè sono macchine con tecnologie obsoleta e molto difficili da guidare».

UNO DEI PUNTI cardine della settimana motoristica sarà senza dubbio l'inaugurazione di un monumento dedicato al motorismo storico: l'installazione, già pronta da qualche giorno, sarà preparata alla Fascia d'Oro per ricordare il circuito nato nel 1921 e che venne inaugurato proprio il 4 settembre.
 
 
Il circuito realizzato nel 1921 era  caratterizzato dalla parabolica alla Fascia d’Oro ed ospitò il Gran Premio d'Italia che poi passò a Monza dove il bresciano Arturo Mercanti, già mente del circuito bresciano, concepì un'idea di circuito innovativa che ancora oggi è di grande attualità.

IL PROGRAMMA, ricco di appuntamenti per tutti i gusti, è disponibile anche sul sito Internet www.mwvcc.it, troverà anche un momento dedicato alle donne iscritte alla manifestazione.
 
 
 Venerdì 2, in corso Zanardelli, sarà premiata l'acconciatura migliore che ogni donna si ritroverà in testa, creata appositamente da un parrucchiere che si produrrà in lavori in linea con l'epoca di appartenenza della vettura o della moto utilizzata dalla concorrente.
 
 
Qui sotto alcune foto prese dall’interessante libro di Franco Robecchi “Le Macchine del Progresso-Automobili e aerei nella nascita della modernità Brescia-Montichiari 1899-1927”
Edizioni: “La Compagnia della Stampa-Massetti Rodella Editori”:
 
libro Robecchi
..ed anche alcune note interessanti, prese dallo stesso libro, riguardanti quel Gran Premio del 1921:
 
* L’Associazione degli Automobile Club europei stabilì che nel 1921
           si sarebbero corsi in Europa solo tre Gran Premi: quello del Belgio,
          a Spa, il Grand Prix di Francia, nella Sarthe,
             e il Gran Premio d’Italia a Montichiari.
 
* Anche a livello mondiale solo il Gran Premio di Indianapolis
               avrebbe completato il quadro.
·* Nel gennaio del 1921 anche la gara aerea prendeva corpo ufficiale, con la
               deliberazione della milanese Società Italiana di Aviazione
                di indire un Gran Premio di Aviazione.
* Si agganciò anche la proposta del Moto Club Italiano, avanzata dal Congresso
               Internazionale di Bruxelles di far svolgere, in concomitanza con le gare
                di Montichiari, un Grand Prix Internazionale di Motociclismo.
 
moto
* Arturo Mercanti svolse un ruolo dominante, divenendo il grande soprintendente
                della manifestazione.
·* Si concordò che la spesa sarebbe stata ripartita: per il 50% al Comune di
                 Montichiari, che rimaneva proprietario territoriale del circuito,
                per una seconda porzione all’Automobil Club di Milano,
                 che però si sarebbe rivalso sul comitato bresciano,
                 e per la restante parte all’Amministrazione Provinciale.
* Percorso del circuito a forma triangolare:
                       Fascia d’Oro, bivio di Ghedi, Fascia d’Oro.
 
Vista aerea
*  Rettilineo per Calvisano 5187 metri
* L’anello misurava in totale 17.300 metri.
·* L’idea della parabolica alla Fascia d’Oro, con le tribune di fronte, fu di
                 Arturo Mercanti. Fu un lavoro costoso. Non esistevano al mondo simili
                  precedenti, se non nel circuito inglese di Brooklands
·* Tornò a Brescia anche la Coppa Florio, quinta edizione.
 
· * Le tribune del circuito (4000 persone) e gli allineamenti dietro gli steccati
                   accolsero 150.000 persone.
 
Vittoria Alata
 
 
* Gabriele d’Annunzio giunse sul teatro delle competizioni ed esibì il nuovo stemma  che aveva fatto disegnare all’artista Pietro Marussig,
per l’aviazione militare italiana. Raffigurava la casa della Madonna di Loreto trasportata in volo dagli Angeli.
 
 
 
 
Enzo Ferrari·
* Enzo Ferrari era iscritto alla corsa con un’Alfa Romeo, la numero 19.
 Ma nelle prove uscì di strada a causa di una mandria di buoi. Distrusse l’auto ma ne uscì indenne.  Però litigò con Mercanti che lo squalificò.
(qui a fianco Enzo Ferrari nel 1921 a
Montichiari in tribuna con un amico)
 
 
 
 
* Il record mondiale di velocità era del tedesco Korner, con una Benz, 191 km/orari.
                    A Montichiari  il record fu di Mario Niccolini su Fiat, a 177 km/orari
il vincitore·
* Il Gran Premio fu vinto da due Ballot,
primo il francese Goux e
 secondo Chassagne. Terza la Fiat di Wagner.
(nella foto a sinistra il vincitore)
 
 
 
·* Tutte le coppe in palio per la gara automobilistica, compresa la Coppa Florio, andarono alle auto francesi e ai loro piloti, salvo la Coppa del Re,
   per il giro più veloce, che fu assegnata
        alla Fiat e a Bordino.
 
 
 
·* Le gare aeree videro competere i velivoli su 14 giri del circuito per un totale di 280
aerei  chilometri. Gli aerei giungevano dal vicino aeroporto Olivari di Ghedi
  ed erano accorpati in sette categorie.
 
*  La categoria degli apparecchi con più motori vide un solo concorrente, un
 Caproni pilotato da Armando Armani e Domenico Antonini.
 
* La manifestazione aerea risultò alquanto fallimentare. La partecipazione straniera, auspicata come qualificante, fu inconsistente.
·*    Le moto erano accorpate in 4 categorie, dai 350 ai 1000 cm cubi.
                        Oreste Granzini su Verus vinse la categoria delle 350.
                        Luigi Gilera, sulla sua Gilera, vinse la 500 e Domenico Malvisi,
                        su Harley Davidson, vinse la gara delle moto da 1 litro.
*  Alla curva del crocevia di Ghedi Carlo Maffeis su Bianchi cadde malamente.
                        Le lesioni cerebrali che riportò lo condussero,
                         nei giorni seguenti, alla morte.
·* Il 18 settembre sul Garda si aprirono le gare degli idrovolanti. Il patrocinio e
idrovolantil’incitamento di Gabriele d’Annunzio dominavano la gara. Alle gare presenziò non più nella veste di timido neofita
come nel Circuito Aereo del 1909, ma già con il piglio dell’anfitrione e del tribuno.
 --------------------------------------
Grazie per l'attenzione.
Alla prossima.
Se volete dire la Vostra sul BLOG,
cliccate nell'indice a sinistra
"IL MIO BLOG".
 
 
SE VOLETE ADERIRE COME "OPERATORI"
ALLA CITTA' DEI TALENTI
CLICCATE SUL BANNER QUI SOTTO.
Buona giornata a tutti voi
Mario Cherubini
giornalista e scrittore
coach di TalentCity
1 settembre 2011
  
 
 
 
Generated image
 
 
 
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint