YouDreamVillage - Mysterious, Fantasy...or Reality ? The Birth of Dream's Villages
Il Villaggio di Aquila Chiazzata
Associazione Culturale dedicata ai Nativi Americani

MESSAGGIO IMPORTANTE DEL 9 OTTOBRE 2013:
A tutti i nostri simpatizzanti.
Ciao  Sono Gualtiero dell’associazione il Villaggio di Aquila Chiazzata, come sai ci occupiamo da anni della divulgazione in Italia di usi, costumi e spiritualità della cultura Nativo-Americana.  Da due anni abbiamo fatto dei grandi cambiamenti in linea con ciò che siamo e sentiamo. Abbiamo lasciato definitivamente le nostre abitazioni in muratura  decidendo di vivere nella proprietà terriera che ospita il villaggio. Per poter fare questo, visto che le tende non possono essere vissute in inverno, non per il freddo ma per l’umidità, ci siamo acquistati delle case mobili e delle roulotte usate e abbiamo completamente riattrezzato l’intera area. Quest’anno i soliti ignoti hanno  rotto scardinandole le porte delle abitazioni per non rubare nulla in quanto in realtà non vi è nulla da rubare. Noi ci siamo recati dai carabinieri per sporgere denuncia e avere lumi, in quanto la proprietà è recintata sul fronte strada con della siepe e pensavamo che ciò costituisse a livello legale una recinzione. I carabinieri ci hanno spiegato che non è così, essendo il nostro un fondo agricolo e non coltivato da particolari culture, è di pubblico passaggio, l’unico modo è di recintare l’intera proprietà. Ora hanno aperto la caccia e come tutti gli anni ci ritroviamo con i cacciatori che sparano fra le tende e le nostre case e non ci possiamo fare nulla, e tutti gli anni in questo periodo siamo pure bersaglio di stupidi scherzi e furti. Le nostre possibilità ci hanno concesso di recintarne solo una parte quella che dà verso il bosco con la speranza di arginare l’accesso ai cacciatori. In realtà entrano lo stesso e fanno il giro uscendo poi da dove sono  entrati … non possiamo impedirlo.
Per questo motivo siamo a chiedervi un aiuto, se possibile e se lo ritenete opportuno, sotto forma di contributo di € 50,00 ci restano da recintare ancora 600 metri lineari più fare un cancello di accesso, solo chiedendo a tutti voi e solo uniti possiamo mettere in sicurezza il parco tematico dell’associazione. In cambio vi offriamo la tessera sociale dell’anno 2014 con rinnovo gratuito anche per l’anno 2015, un sacchetto di medicina in pelle di protezione per la tua persona con all’interno: una pietra che appartiene al tuo stesso elemento, salvia bianca del deserto per tenere lontano le negatività, le nostre buone preghiere.
Se ti fa piacere partecipare inviaci una mail a: [email protected] con scritto la parola contributo per recinzione ti invieremo successivamente come fare per versare il contributo.

Grazie per la tua gentile attenzione.
Gualtiero

 =============================================================
A SONA IL VILLAGGIO DEI NATIVI AMERICANI…GESTITO DA BRESCIANI.
In estate organizzano i Festival “Nativi-Americani”. Aperto a famiglie e bambini. Il sindaco di Saviore: “Siamo l’unico paese d’Italia ad offrire un simile evento, colmo di magia, per difendere la natura”
 
 
 
Dopo aver partecipato al Seridò di Montichiari e allo Zeronove Zappaglia Open Day di Calvisano, l’Associazione Culturale " Il Villaggio di Aquila Chiazzata" si è trasferito a Sona, nel veronese, proponendo una serie di  interessanti manifestazioni pubbliche dedicate ai Nativi-Americani.
 
L'associazione possiede un proprio spazio fisso a Sona, vicino a Peschiera, dove da tempo è nato il Villaggio di Aquila Chiazzata.
 
L’associazione è nata a Brescia nell’anno 2000, frutto di un gemellaggio con la nazione dei Nativi Americani T’suu T’ina di Calgary in Canada, il cui capo spirituale, Bruce Starlight, venne a Brescia per battezzare il gruppo bresciano con il nome di “Villaggio di Aquila Chiazzata”. Sia a Sona che a Saviore propone vacanze per ragazzi, week end per famiglie, gite per scuole, seminari di approfondimento culturale e spirituale, corsi di laboratorio creativo e artigianale, spettacoli con danzatori tradizionali. Ma offre anche attività esterne in altri comuni o fiere, appunto come il Seridò, quali animazioni tematiche per enti, scuole, centri commerciali, festival e feste in genere.
 
A Sona  propone mostra fotografica, mostra mercato di prodotti artigianali, cena etnica con carne di bisonte e cerimonie “Capanna del Sudore” e “Ricerca della Visione”.
 
 L’iniziatore di questo gemellaggio tra Brescia e i Nativi Americani si chiama Gualtiero Berardi, bresciano,  battezzato 15 anni fa da capo Starlight con il nuovo nome di “Reading a bayo horse” che significa “salta sopra ad un cavallo baio” in lingua nativa si scrive Dechegè nkatanisdè. Lo stesso Starlight sposò Gualtiero, con rito indiano nel Villaggio di Aquila Chiazzata, con la compagna Annita, chiamandola Startail Woman che significa “donna coda di stella e si scrive Sòka-T'sikà.
 
Nel 2006 Bruce ha iscritto i nomi di Gualtiero e Annita quali membri del suo popolo ed insegnò loro a sviluppare i propri talenti, rendendoli partecipi del suo mondo e della sua cultura. “Ci ha regalato una nuova vita” racconta Gualtiero “ed ora vogliamo far conoscere agli italiani la loro storia e le loro tradizioni, tra cui la Ricerca della Visione, una delle quattro cerimonie più importanti della cultura Nativo-Americana”.
 
 La Valcamonica e Saviore stesso non sono nuovi ad eventi similari. “Nel 1999 venne in Valle Raleigh Thompson, apache della riserva San Carlos” racconta Alberto Tosa, sindaco di Saviore “ e fu costruita la prima struttura della Sweet Lodge per cerimonie della Capanna del Sudore. Nel 2002 venne a farci visita Francis Mitchell, capo Navajo, ed in seguito altre delegazioni dei Lakota  e della Confederazione delle 5 Nazioni Siksika.
 
Saviore è l’unico paese d’Italia a possedere la fortuna e la magia dei suoi luoghi condivisa da popolazioni tribali dell’America, che portando le loro antiche tradizioni condividono con noi il fascino e il rispetto per la natura”. Per informazioni ed iscrizioni alle varie attività del Villaggio di Aquila Chiazzata: 333/2456339 (Gualtiero) oppure:sito web: www.ilvillaggiodiaquilachiazzata.weebly.com
indirizzo mail: [email protected]
 
 
foto villaggio 1
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Associazione Culturale Il Villaggio di Aquila Chiazzata

 
i teepee
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

                     
 
f5
 
LA RICERCA DELLA VISIONE- Di cosa si tratta?
La Ricerca della Visione è una delle 4 Cerimonie più importanti della cultura Nativo-Americana. La cerimonia prevede la partecipazione dei ricercatori per quattro giorni e quattro notti. Nei quattro giorni è previsto il digiuno alimentare non idrico, quattro Cerimonie della Capanna del Sudore ognuna dedicata ad una direzione di Madre Terra. Nell’ultima notte avverrà la Ricerca della Visione nel bosco all’interno di un rifugio precedentemente costruito. La Ricerca della Visione è una richiesta diretta di dialogo con il Creatore e quindi è necessario un buon motivo da parte del ricercatore per effettuarla.
 
IMG 1888
 
Nella vita sono possibili un massimo di 4 cerimonie della Ricerca della Visione che possono coincidere con i cambiamenti principali e più importanti della vita stessa. Il passaggio dall’età adolescenziale a quella adulta, il divenire padre/madre e guerriero, il divenire nonno/a, la saggezza e la vecchiaia.
*** *** ***
Per prenotazioni e ulteriori informazioni telefonare a:
333/2456339 (Gualtiero)
 
 
Generated image
 
 
Generated image
 
 
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint