YouDreamVillage - Mysterious, Fantasy...or Reality ? The Birth of Dream's Villages
IL DESERTO CHE FIORISCE
 
Vita quotidiana e spiritualità Sufi in Senegal
 
Il villaggio di Ndem si trova nel deserto del Sahel, a 120 Km a nord-est di Dakar. Cuore del villaggio è il daara, una comunità che vive la spiritualità Baye Fall, una corrente senegalese del Sufismo che mette al centro l’Amore per Dio, per gli uomini e per la natura.
 
 
 Guida spirituale è Serigne Babacar, la cui devozione si traduce in un impegno costante per il bene e lo sviluppo dell’essere umano.
Babacar e sua moglie  Aissa, con il sostegno di alcune Associazioni Europee, hanno realizzato una microeconomia locale, che ha permesso il rifiorire della vita.
 
 
Oggi a Ndem è attivo un centro artigianale per il commercio equo e solidale, c’è un pozzo per l’acqua, ci sono le scuole, una mensa per i bambini, un ambulatorio sanitario ed una maternità.
Nella relazione con la comunità di Ndem avviene uno scambio straordinario in cui ognuno dà e riceve qualcosa di sostanziale.
 
 
“Il deserto che fiorisce” è il titolo dell’iniziativa di cooperazione internazionale che si svolgerà al Gardaforum di Montichiari lunedi 25 giugno, alle ore 20,45. Un convegno che prenderà vita anche a seguito di una due giorni  intensiva, cioè un “Week End Solidaire”, che si svolgerà a Verona il 23 e 24 giugno, sempre dedicato al voillaggio di Ndem in Senegal.
 
Per leggere il programma del
convegno veronese
puoi scaricare qui il pieghevole:
 
 
A Montichiari si parlerà dunque di  vita quotidiana e spiritualità Sufi in Senegal, nel tempo di “crisi” quando cresce il bisogno di incontrare le differenze ed ascoltare oltre i confini.
 
 
“Noi stiamo sostenendo la raccolta fondi perché la Comunità di Ndem possa realizzare il sogno di una Bottega e di un Ostello a Dakar” spiegano Daniele Giacomazzi, Valeria Marchesini e Giannina Longobardi del gruppo di coordinamento veronese“. La vita essenziale, semplice e gioiosa che scorre nella serenità e nella pace di Ndem è per noi una ventata d’amore che ci arricchisce d’umanità.”
 
 
lunedì 25 giugno 2012 ore 20,45
 Gardaforum di Montichiari 
intervengono
M’Bow, Sokhna Aïssa Cissé, Assane Mboup
e Serigné Babacar M’Bow
Fondatori dell’ Organizzazione Non Governativa des Villageois de N’Dem in Senegal.
Parteciperanno: Studentesse e studenti
delle Università di Verona e Trento
Saluti di benvenuto: Paolo Percassi-presidente di Garda Vita
Introducono: Don Riccardo Bergamaschi e mons. Gaetano Fontana
Traduce: Maria Livia Alga– Université Paris-8
Modera: Rosanna Cima – Università di Verona
Per informazioni:
 
 
Per scaricare il volantino
dell’evento clicca qui sotto:
 
pdf01-Volantino.pdf (PDF — 157 KB)
 
Il Convegno “Il Deserto che Fiorisce” è sostenuto da Bcc del Garda, Università degli Studi di Verona (Dipartimento di Filosofia-Pedagogia-Psicologia) e Zona Pastorale XIV di San Pancrazio, Bassa Orientale del Chiese.
 
L’Ong des villageois de N’dem, sostenuta anche da Mag Verona tramite il Comitato MAG per la Solidarietà Sociale Onlus, è un’organizzazione che si occupa dello sviluppo locale in un villaggio, Ndem appunto, che si trova in una zona desertica del Senegal. 
 
La filosofia che sta alla base di questa organizzazione è quella di non ricercare uno sviluppo importato dall’esterno ma di basare sull’autosviluppo la crescita economica e sociale del territorio di riferimento. 
 
In concreto, sta lavorando per l’apertura di un negozio di commercio equo e solidale a Dakar, promuovendo contemporaneamente da un lato una serie di attività autoctone quali artigianato, tessitura, bioagricoltura e dall’altro diversi progetti come la creazione di una mensa scolastica, uno sportello per il microcredito ed un centro professionale.
(dal sito:
 
 
Sérigne Babacar M’Bow è un maestro di Spiritualità Sufi; con la moglie Sokhna Aïssa vive da più di 26 anni a N’dem, villaggio che si trova ai confini del deserto del Sahel in Senegal. Insieme hanno dato vita ad uno sviluppo di micro economia locale che ha permesso e permette oggi agli uomini e alle donne di rimanere a vivere nei propri villaggi, di disporre delle scuole primarie per l’istruzione delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi, di usufruire di un minimo di servizio sanitario.
 
Sérigne Babacar M’Bow e Sokhna Aïssa Cissé sono fondatori dell’Ong (Organizzazione Non Governativa) des Villageois de N’Dem, in Senegal, costituita dagli abitanti dei villaggi associati. L’esperienza, iniziata 26 anni  fa, è stata oggetto  di ricerche in ambito sociologico, economico, educativo per le straordinarie mediazioni effettuate tra differenti stili di vita,  religioni, educazioni, percorsi di formazione e, non da ultimo, tra tecnologie moderne e Tradizionali.
 
Grazie all’opera di molte donne e uomini del luogo, oggi vi è un ritorno ai villaggi di origine, è un percorso inverso rispetto all’esodo che ha colpito molte zone del Senegal e, più in generale, dell’Africa del Nord e Sub-Sahariana. Fra i suoi libri La lunière de l’Eternelle ou Khadimou Rassôl; Selon sa parole; Sur les traces du dévot; La voi Bayfall ou la Lumiére du Dedans.
www.ong-ndem.org
http://www.planete-responsable.com/senegal/video/node/311
 
 
IL DESERTO CHE FIORISCE
Lo trovate anche su Facebook:
 
NOTA INTERESSANTE
L’UNIVERSITA’ DI VERONA, ATTRAVERSO La Prof. ROSANNA CIMA, E’ IMPEGNATA IN RAPPORTI DI  STUDIO E DI RICERCA TRA PAESI, LINGUE, RELIGIONI DIFFERENTI PER COSTRUIRE NUOVE FORME DI  MEDIAZIONE CULTURALE E DI INCONTRO
 
Rosanna Cima-Note sulla coordinatrice:
 Ricercatrice- Scienze della formazione –Università di Verona- SETTORE DISCIPLINARE: M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE- UFFICIO: - TELEFONO 0458028046- FAX 0458028039- E-MAIL: rosanna.cima@univr.it.  Professore aggregato, insegna PEDAGOGIA DELLA MEDIAZIONE CULTURALE; EDUCAZIONE DELLE ADULTE E DEGLI ADULTI; - Professore supplente alla Facoltà di Medicina e Chirurgia – insegna PEDAGOGIA SANITARIA. Si segnalano, oltre a numerosi articoli, le monografie: “Incontri possibili. Mediazione culturale per una pedagogia sociale”- Carocci editore, Roma 2009 ;” Abitare le diversità. Pratiche di mediazione culturale. Un percorso fra   territorio e istituzioni”Carocci editore,  – Ristampa gennaio 2009;”Tempo di vecchiaia: un percorso di anima e di cura tra storie di donne”- collana Le professioni nel sociale, Franco Angeli, Milano 2004.
 
 
 
 
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint