YouDreamVillage - Mysterious, Fantasy...or Reality ? The Birth of Dream's Villages

IL MIRACOLO DI MARIA

Fratel Ettore, il “padre dei barboni delle stazioni”  morì il 20 agosto 2004, dopo 10 mesi di sofferenze, lamentandosi perché  a lui venivano riservate le cure migliori ospedaliere, mentre ai “suoi barboni” veniva solo concesso di morire per strada.

Un anno prima di morire, il 6 agosto 2003 chiese ad un noto e bravo giornalista, Andrea Tornielli, di aiutarlo a scrivere un libro dedicato ad un miracolo avvenuto grazie all’acqua di Fontanelle a Montichiari, il luogo delle presunte apparizioni della Madonna Rosa Mistica nel 1966. Miracolo di cui lui era stato testimone ed in un qualche modo anche “strumento”.
 
 
La prima edizione del libro “IL MIRACOLO DI MARIA” è del maggio 2004, tre mesi prima della morte di Fratel Ettore.

 Un libro di 64 pagine, formato 15x21, edizione Gribaudi, con la copertina dedicata alla statua della Vergine con le tre rose sul petto che si trova nella cappellina a Fontanelle, proprio dinnanzi alla scala di pietra che “la bella signora vestita di bianco” avrebbe percorso a piedi scalzi indicando alla veggente Pierina Gilli quell’acqua sgorgante da una fonte “che guarisce il fisico e lo spirito”. Non solo gliela mostrò ma nei diari di Pierina Gilli sta scritto che “sfiorò con le sue mani quell’acqua”.
 


Era il 17 aprile 1966 e quest’anno, 2016, migliaia di persone in tutto il mondo, dall’Italia alla Germania, dal Sud America alla Cina, dallo Sri Lanka all’Africa, ricorderanno con centinaia di celebrazioni quell’evento che a Montichiari conduce almeno 100 mila pellegrini ogni anno ma nel mondo la Madonna Rosa Mistica è celebrata con funzioni, costruzione di chiese, processioni, apertura di nuovi ordini religiosi, ovunque.

 Nell’introduzione al libro, il curatore Andrea Tornielli scrive:
“ Ho letto tutti i suoi libri-mi disse Fratel Ettore al telefono-e vorrei che ne scrivessimo uno insieme…”. Non conoscevo fratel Ettore, anche se ovviamente avevo sentito parlare di lui…sapevo che era un personaggio carismatico, originale…Non mi rendevo conto che stavo per entrare in contatto con una personalità eccezionale, che ha avuto in dono una fede grandissima, e che vive secondo ritmi e priorità  scandite dal tempo della preghiera. Mi sarei aspettato che volesse raccontare la sua vita, la sua opera, le sue attività caritative. No, niente di tutto  questo. Voleva scrivere insieme a me un libro per fare un omaggio a Maria e raccontare un fatto inspiegabile e prodigioso del quale era stato testimone e che lo aveva visto in qualche modo inconsapevolmente protagonista. Ecco “il miracolo di Maria”,il racconto di chi ha visto da vicino un “miracolo” compiuto  da Maria Rosa Mistica, relativo ai fatti di Montichiari e Fontanelle in provincia di Brescia. Le pagine che seguono sono il racconto di quel fatto prodigioso al quale Fratel Ettore ha assistito, essendone (casualmente?) coinvolto. E’ noto che il giudizio della Chiesa sui fatti di Montichiari non è  mai stato positivo. Questo libro non intende, ovviamente, mettere in discussione le decisioni dell’autorità ecclesiastica, ma dare un giusto segno di attenzione verso persone che manifestano una genuina devozione mariana e che si riuniscono a Montichiari semplicemente ad invocare la Vergine, a recitare il Rosario, a chiedere grazie. Un racconto che il religioso  camilliano voleva che fosse a tutti i costi divulgato e conosciuto, come atto d’omaggio alla Vergine”.

Nelle prime 30 pagine del libro Andrea Tornielli racconta la storia delle apparizioni di Fontanelle, che sono una quarantina a partire dal 1947 fino alla morte della veggente, avvenuta nel 1991. A Fontanelle le apparizioni furono 4 nel 1966: 17 aprile, 13 maggio, 9 giugno e 6 agosto.

I fatti che hanno gridato al miracolo, descritti sapientemente da Fratel Ettore, con l’aiuto di Andrea Tornielli sono, in sintesi, questi:
Il fatto è avvenuto a Malavicina, comune del mantovano, nel settembre 1968. Oliva Sudiro Zanotto, 80 anni, madre di un sacerdote e di un medico, venne miracolata e guarì da una gravissima forma di eczema che le aveva deturpato in 42 anni di malattia, braccia, gambe e viso, sfigurandola a tal punto da sembrare una lebbrosa. Quella notte stessa iniziò la sua guarigione completa e miracolosa,  dopo essersi bagnata la pelle con un po’ di acqua delle Fontanelle che proprio Fratel Ettore le aveva portato in una bottiglietta. Professori, medici, infermiere, che ebbero in cura per tanti anni la signora Oliva, tentando inutilmente ogni cura, dichiararono che solo un miracolo aveva potuto guarire quella donna. Il 12 dicembre 1968 il parroco di Malavicina, don Luigi Zanotto, figlio di Oliva, scrive una lettera a Fratel Ettore (riportata nel libro a pag. 40) in cui tra l’altro scrive: ” Riguardo  all’acqua della Madonna di Fontanelle, sono già andato due volte a prenderne, anzi mia mamma attribuisce ogni suo bene a quest’acqua. La saluto cordialmente e auguro ogni bene per il Santo Natale. Aff. Don Luigi” 


Spinto dalla curiosità di approfondire mi son ritrovato a rileggere il libro di Monsignor Weigl, tedesco, che scrisse ben 4 riedizioni  (tutte approvate dalla Curia tedesca) del suo libro “Maria Rosa Mystica di Montichiari”,  dopo le apparizioni del 1966-quindi le più veritiere legate ai diari della Gilli.L’edizione italiana arrivò per ultima nel 1982, naturalmente fa parte della mia biblioteca  e ho sottolineato diverse frasi.
Ad esempio a pagina 56, leggo questa frase che la Madonna avrebbe pronunciato:

…Questo posto sarà sempre un luogo di preghiera-disse la Madonna Rosa Mistica alla Gilli –Diventerà un faro della fede e dell’amore per gli ammalati e per i bisognosi. Io interverrò, le nubi spariranno e la magnificenza del Signore, che ha mandato pure me a Montichiari, trionferà”. 
Pierina poi scrive : “A queste parole la Madre celeste allargò il suo manto ed io vidi, come già nella prima apparizione del 17 aprile 1966, alle Fontanelle, una grande chiesa e numerose grandi costruzioni”……”Io desidero che esso compenetri tutto il mondo-disse la Madonna (apparizione del 13 febbraio 1976- 40 anni fa esatti dall’anno in corso 2016, 25 febbraio, in cui scrivo questa pagina)
A pag. 100, nello sesso libro di Monsignor Weigl leggo anche quest’altra frase, attribuita alla Vergine:
“Montichiari diverrà il monte da cui la mistica luce si irradierà su tutto il mondo. Sì, tutto ciò avverrà…..Ma il miracolo maggiore sarà il ritorno dei figli alla vera ed unica fede, all’amore verso il Signore; seguirà quindi la riconciliazione e la vera pace per il mondo intero”
 
Se volete saperne di più su Fratel Ettore, 
potete leggere uno splendido articolo scritto dalla 
giornalista Sabrina Cottone cliccando su questo link:
Fu pubblicato sul quotidiano Il Giornale in data  19 febbraio 2013 nei giorni in cui Fratel Ettore
 fu proclamato Beato.

Se invece volete saperne di più su Fontanelle andate su queste pagine web:

Per avere gratuitamente il libro
 “Un Amore Universale” 
cliccate qui:

 

Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint